Cascina Barà

 

interazione fra recitazione, disegno dal vivo e musica live. I tre aspetti sono a tal punto compenetrati che non possono sussistere l’uno senza l’altro e creano un equilibrio sottile che attraversa l’azione teatrale, l’improvvisazione e la performance visuale.

Casina benedetta

Casinabenedetta nasce nel 2000 per affrontare l’iter burocratico richiesto da Teatri 90 che invitò il gruppo alla rassegna milanese di teatro e danza. Il suo fondatore, Leone Monteduro, attua una ricerca che investe campi dell’astrazione simbolica e le possibilità di fusione degli elementi scenici con quelli drammaturgici, fisici e musicali. La poetica ha origine dall’estetica visionaria della tradizione mistica: il rapimento e il sentimento come affettività della coscienza. Dal 2002 con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Monterotondo organizza il festival AltreZone.

Cassiopea - compagnia

Castadea

Si persegue una linea comunicativa che unisca la parola con il suono e il movimento, in un\

Caterina Genta

 

 Sono una performer, danzatrice, attrice, cantante, regista, coreografa, autrice. Considero molto importante l'interazione con l'ambiente e con il pubblico e l'aspetto visivo. Credo in un teatro di qualità e a basso costo, fruibile a diversi livelli, aperto a tutti: un teatro che metta al primo posto la relazione trasformativa tra pubblico e interprete, capace di toccare l'anima e svelare la vulnerabilità di ogni essere umano, attingere alla potenza della vita; un teatro etico ed ecosostenbile. 

Caterina Moroni

L’intenzione, l’enorme tensione, è verso una forma piccola, estremamente misurata che possa contenere e non comprimere (anzi amplificare) un tremare del cuore nella percezione di ciò che è infinitamente vasto, incontenibile: una misura di immediatezza. Il termine traccia è da intendersi come l’orma di bestia, è il segno del mostro, la forma che chissà se risponde del contenuto, il peso del cielo sulla terra. Se non desiderio comunque ineluttabile destino di chiunque attraversi il mondo.

Causa.Ac

Cecilia Muti

La mia ricerca parte sempre dall’interno, da me; affondando nel mio spazio-vuoto interiore, microcosmo di pulsazioni, emergono stati dell’essere ai quali cerco di dare una forma.
In scena mi avvicino all’essere tramite, forma cava, ricevente, risuonante di vibrazioni tra interno ed esterno.
Il mio linguaggio è simbolico.
Negli ultimi anni mi sono discostata dal teatro per cercare in altri ambiti artistici e non, altre connessioni vitali in una ricerca continua di aderire sempre più alla mia essenza.

Centro Opus Ballet

Associazione culturale Opus Ballet 
CENTRO COREOGRAFICO INTERNAZIONALE 
diretto da Rosanna Brocanello e Daniel Tinazzi 
 

svolge attività su 3 settori: 
• Formazione: Alta formazione professionale, corsi, laboratori (LOFT)  e stage
• Produzione artistica: compagnia Opus Ballet
• Eventi e spettacoli

Cercletheatre

Pagine

Iscriviti a Front page feed