alqantara

Linee Artistiche: 

L’associazione culturale Alqantara (“il ponte” in arabo) viene fondata a Napoli nel 2004 e coniuga nella propria attività teatrale e culturale, lo studio e l’approfondimento del contesto, socio – linguistico - culturale in cui opera, con la ricerca di radici comuni tra i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, attraverso indagini teatrali sul territorio, produzioni di spettacoli legati all’opera di autori arabi e di testi originali, laboratori nelle scuole, progetti speciali per l’adolescenza e la gioventù, scambi interculturali.
Cura laboratori di teatro e di intercultura nelle scuole medie inferiori e superiori e in spazi culturali, nell’area napoletana.
Laboratorio di teatro e cucina palestinese per il II Circolo didattico F. Giampaglia di Ercolano (’03-’04); corso di lingua e cultura araba per il Liceo Scientifico V. Cuoco (’04-’05); laboratorio teatrale “Palestinese!” studio dell’opera di Samira Azzam per il Liceo Scientifico Copernico (‘04/’05) e per l’Istituto Professionale Servizi Commerciali di Arzano (‘06/’07); laboratorio di drammaturgia Costruzione di un personaggio, dedicato al romanzo Uomini sotto il sole di Ghassan Kanafani, (Lanificio25 e III Edizione del Troia Teatro Festival, ’07); laboratorio teatrale per l’ Istituto Tecnico Commerciale Armando Diaz e l’ Istituto Comprensivo Bovio–Colletta (“Scuole aperte” progetto a cura dell’Assessorato all’Istruzione della Regione Campania ’07-’08); laboratorio di teatro e corso di lingua araba per l’Istituto Superiore A.Tilgher (Scuole Aperte ’06 – ‘09).

Attività: 
Teatro
Principali Produzioni: 

Spettacoli
Ritorno a Haifa di Ghassan Kanafani, regia e drammaturgia di Anita Mosca, Galleria Toledo (Napoli ‘04), Teatro Rampa Prenestina (Roma ‘04), Teatro Acacia (Napoli ‘05);
Arifeh, di Anita Mosca corto teatrale (Premio Nunzia Fumo 2005);
Oropalestina, da un’idea di Anita Mosca ed Omar Suleiman, Pomigliano d’Arco (Museo per la Memoria ‘05), Napoli (Maggio dei Monumenti ‘05), Roma (Festival Internazionale City Hide Project ‘05), Crotone (Culture in movimento ‘05), Vasto (Incontri e Culture ‘05), Pescara (La Linea di Pace, Sabra e Shatila oltre l’ultimo cielo ‘06), Venezia (Festival L’ONU dei popoli ‘06), Varese (Teatro Fermo ‘07), Firenze (Festival I Poeti e le Stelle ‘07), S.Anastasia (A Oriente ‘08), Putignano (Sguardo sul mediterraneo ‘09);
Dentro la notte di Ibrahim Nasrallah, regia e drammaturgia di Anita Mosca Napoli (Galleria Toledo ’07), Venezia (Teatro dei Frari ’08), Amman (XV Edizione del Festival Internazionale Al Fawanees ‘09);
Se questa è vita, di Suad Amiry, regia e drammaturgia di Anita Mosca Napoli (Teatro Trianon e Maggio dei Monumenti ’07), Brindisi (Associazione Io donna ‘07);
La svergognata di Sahar Khalifah, regia e drammaturgia di Anita Mosca (Premio Girula’ Migliore attrice protagonista ’08), Napoli (Galleria Toledo ’08), Lecce (Migranti – Stazione di Zollino ‘08), Castellammare di Stabia e S. Maria Capua Vetere (I Teatri della legalità 08\09), Procida e Ercolano (I Teatri della legalità 09\10), Firenze (Drammaturgie al femminile, Teatro Manzoni ‘09), Crotone (Culture in Movimento ‘09), Belo Horizonte – Brasile (Espaço Pierrot Lunar ‘09).
Cortometraggi
Per non dimenticare agosto – settembre 2003 (Libano – 2003) realizzato in collaborazione con Liberamente, Narramondo e la Provincia di Napoli, sulle condizioni di vita dei rifugiati palestinesi in Libano, selezionato alla I Edizione Internazionale di A Corto di Donne, Pozzuoli (Napoli ‘03);
Anas…Anas! Sogni di rivoluzione di un adolescente palestinese a Nesfjibil (Palestina – 2006), da un’idea di Anita ed Omar Suleiman, regia di Anita Mosca, selezionato alla II Edizione Internazionale A corto di donne, Pozzuoli (Napoli ‘04) e alla V Rassegna Internazionale del cinema documentario palestinese Al Ward , (Cagliari ’04).
Eventi
I Edizione “Scenario Palestina” in collaborazione con l’Università L’Orientale di Napoli, l’Osservatorio Euromediterraneo e del Mar Nero e Galleria Toledo, con Ibrahim Nasrallah (autore di Dentro la notte), George Ibrahim Habash (Direttore artistico del Teatro Al Kasaba – Ramallah), Wasim Dahmash (prof. di Dialettologia araba Università La Sapienza), Giuliana Sgrena (giornalista), Raffaele Porta (Presidente dell’Osservatorio Euromediterraneoe e del Mar Nero), Luigi Mascilli Migliorini (prof. Storia comparata Università L’Orientale), Anita Mosca (attrice, regista di Alqantara), Napoli ’07.
II Edizione “Scenario Palestina” in collaborazione con Galleria Toledo, l’Osservatorio Euromediterraneo e del Mar Nero e l’Università L’Orientale, con Raffaele Porta (Presidente dell’Osservatorio Euromediterraneo e del Mar Nero), Nicola Perugini (Università di Siena), Mohammed Bakri (attore, regista), Anita Mosca (attrice, regista di Alqantara), Omar Suleiman (Presidente Osservatorio Palestina).
Progetti
“P de Paz” Progetto di interscambio culturale in collaborazione con Residui Teatro e la Comunita’ Europea a cui partecipano giovani provenienti da quattro Paesi del Mediterraneo: Italia, Spagna, Turchia e Sahara Occidentale (Madrid ’05);
“Io non vinco tu non perdi, laboratori per la risoluzione pacifica dei conflitti”, progetto di interscambio culturale in collaborazione con la Comunita’ Europea a cui partecipano giovani provenienti da Spagna, Turchia, Italia (Napoli ’07).

Email: 
Telefono: 
0810332203/3496205321
Fax: 
Responsabile Organizzativo: 
Marinì Sabrina Fernando
Direzione Artistica: 
Anita Mosca
Sede Lavorativa: 
Piazza Enrico De Nicola 42, 80139, Napoli
Sede Organizzativa: 
Pazza Enrico De Nicola 42, 80139, Napoli,
Database: 
Database Nazionale
File: