Bruno Catalano

Linee Artistiche: 
Attività: 
Principali Produzioni: 

TEL: 340 3788059
brunocatalano946@hotmail.com
LEGALE RAPPRESENTANTE: Bruno Catalano
RESPONSABILE ORGANIZZATIVO: Bruno Catalano
DIREZIONE ARTISTICA: Bruno Catalano
ATTIVITÀ: danza.
PRINCIPALI PRODUZIONI:
2009/06 Body - Theater ann de Rijn in Arnhem; Insoliti-festival internazionale della nuova danza, Teatro Gobetti, Torino; Vetrina della giovane danza d’autore, Artificerie Almagià, Ravenna; Serata Anticorpi Explo, Teatro Kismet Opera, Bari.
2008 La stanza - Fabriktheater Rote Fabrik, Zurigo; ospite del festival Extension, please! organizzato dalla Theaterhaus Gessnerallee, Zurigo.
2008/07 Corpi - Tanzhaus, Zurigo; Les Printemps de Sevelin, Lausanne; Tanzzeit festival, Winterthur; Exister-08, Teatro Guanella, Milano.
2006/04 Fujendo-Running Away - Kultuurhuis Bosh in Arnhem, Netherlands; Uscite di Emergenza, theatre-dance festival, Milano; OutNow, festival for European Performing Arts in Schwankalle, Bremen, Germany; Portobello Film Festival, London; V-Art, festival internazionale di corti d’autore, Cagliari; Il coreografo elettronico, Palazzo delle Arti, Napoli.
2006/99 Geometrie Imperfette - Interplay, TorinoDanza, Torino; festival del Ticino, Sesto Calande; festival Danza Estate, Bergamo; festival Traiettorie, Como; festival Uscite di Emergenza, Milano; Oltner Tanztage festival, OLtner, Svizzera; Antilope festival, La Chaux-de-Fonds, Svizzera; festival Tanzinwinterthur, Winterthur, Svizzera; quinto festival Danza, Brescia; festival Lavori in Pelle, Alfonsine; I.T.S. festival, Amsterdam, Olanda; TanzWerkStaat, Burghausen, Germania.
LINEE ARTISTICHE:
La danza è un mezzo attraverso il quale noi possiamo prendere consapevolezza di avere un corpo, della sua concretezza, della sua vitalità e della sua stessa capacità di trasformarsi nel medium attraverso il quale questa vitalità può irrompere e lasciare una traccia, un’impronta, testimoniando un passaggio. Con questo progetto mi interessa “affermare il corpo”, rendere con chiarezza la realtà materiale del corpo. E questo ha significato trovare delle strategie per mettere il corpo nella possibilità di trovarsi in situazioni di dubbio equilibrio o in situazioni dove è evidente il suo stato di sforzo. Il palco diventa un luogo dove qualcosa accade, in una sorta di “happening” che in definitiva non è altro che l’affiorare di una “presenza”. Presenza che quasi abbia la capacità di “ferire”. Presenza la cui materialità venga “schiaffeggiata” provocando in questo modo una danza in cui i movimenti abbiano in se una sorta di inevitabilità. Se questa presenza deve avere un senso è quello di affermarsi come realtà. Essere lì: questo il suo compito.

Email: 
Telefono: 
Fax: 
Responsabile Organizzativo: 
Direzione Artistica: 
Sede Lavorativa: 
Sede Organizzativa: 
Database: 
Database Nazionale