CainoTeatro

CainoTeatro nasce dall'incontro tra gli attori Paolo Mazzocchi e Barbara Eforo e dalla loro volontà di intraprendere un percorso di personale ricerca teatrale, senza la paura di guardare nel buio.  vuole sporcarsi le mani, esplorare le debolezze umane, vuole ridere e gridare, vuole essere sincero con se stesso, preferisce cadere e farsi male invece di rimanere fermo e non osare. per ora tutto qua. E' in scena con il suo primo lavoro : PituPitu
Linee Artistiche: 

 

CainoTeatro nasce dall'incontro tra gli attori Paolo Mazzocchi e Barbara Eforo e dalla loro volontà di intraprendere un percorso di personale ricerca teatrale, senza la paura di guardare nel buio.

Luci, musica ed oggetti sono utilizzati con la stessa attenzione  e necessità con cui Eforo e Mazzocchi usano i loro corpi.

Questi strumenti li conducono a lavorare nel “qui ed ora”, nello spazio scenico che per CainoTeatro diventa lo spazio centrale per la creazione.

CainoTeatro è violento, irriverente ma anche delicato, nel tentativo di sovvertire il dramma, la tragedia, con l’ironia e un sorriso.

 

E' in scena con il suo primo lavoro : PituPitu

Ha organizzato laboratori di ricerca teatrale con la partecipazione di una tra le più interessanti realtà del teatro di ricerca italiano: Vincenzo Schino e Marta Bichisao del gruppo Opera

 

 

Attività: 
ricerca teatrale
Principali Produzioni: 

 

PITU PITU

 

“Essere o dover essere questo è un bel problema….”

In questa performance lo sguardo di CainoTeatro si posa sulla propria miseria umana, scavando nel buio, nelle paure e nelle fragilità intime e personali.

E’ uno squarcio nel profondo dei conflitti interiori che ciascun essere umano vive ogni volta che non riesce a riconoscersi nelle regole sociali imposte, ogni volta che teme di essere condannato per le proprie pulsioni e per i propri istinti, ogni volta che si trova costretto a vestirsi di maschere per nascondere la nudità del dolore di non riuscire ad affermare se stesso.

CainoTeatro ha messo a fuoco il momento in cui scoppia il conflitto.

E di fronte a questo devastante campo di battaglia dell'anima, arrendersi.

Arrendersi all'ineluttabile verità di essere tutti umani.

Piccoli, sporchi, mai solidi.

 

In cerca di quel suono, del sussurro che nasce quando ci coccoliamo, in uno stato di equilibrio e sospensione dove c'è tutto, dove c'è niente.

 

 

Cura delle scene     Paolo Mazzocchi

In scena                  Barbara Eforo, Paolo Mazzocchi e Vittorio Subacchi

 

Telefono: 
3391097441 oppure 3388511702
Responsabile Organizzativo: 
Barbara Eforo
Direzione Artistica: 
Paolo Mazzocchi
Sede Lavorativa: 
Piacenza
Sede Organizzativa: 
Piacenza
Database: 
Database Nazionale